sabato 18 ottobre 2008

RISOTTO CON POLLO E ZUCCHINE CON IL BRODO VEGETALE DI MAMMINA

In effetti, trattasi di due ricette in una, ma senza una non potevo fare l'altra! L'altro ieri mia madre mi ha preparato il brodo vegetale, come solo lei per me sa fare, me lo ha preparato perchè sapeva che sarei tornata da lavoro stanca, non in forma e che avrei avuto bisogno di una coccola, così lei mi prepara il brodo per la 'pastina', ma l'altro ieri sera io non ho cotto la pastina nel brodo, no, la pastina è e rimarra solo sua. Ricordo indelebile del ritorno a casa dopo una giornata passata all'università, quando non mi sentivo bene, magari con pioggia e freddo, il viaggio nella Circumvesuviana per niente agevole, il tratto a piedi e l'arrivo fra le braccia grandi, grandissime, della mia mamma "Cosa ti preparo? Un pò di pastina?" la sua pastina erano quei tubettini piccoli piccoli, chiamati 'acini di pepe' (che io ho cucinato a mio figlio quando era piccolo piccolo e che ora già non vuole più!) cotti nel brodo vegetale, il suo brodo saporito di carote, sedano, patate, cipolle e pomodori che rimangono interi e che puoi mangiare (come si vede dalla foto), un bel brodo di un colore arancio che trasmette un calore sano, come un abbraccio, una bella grattata di parmigiano sopra e quella era la mia coccola superlativa delle giornate d'inverno, insieme alle carezze della mia mamma.
Qualche settimana fa ritornavo dal lavoro e non mi sentivo bene ma mio figlio reclamava la mia attenzione e, vedendo il mio sguardo stanco, mia madre mi dice "Ti preparo un pò di pastina?" allora ci siamo guardate e un velo di lacrime è passato nei nostri occhi, non so bene perchè, forse solo riflessione su un periodo che è passato, sono cresciuta, ora c'è mio figlio che chiede coccole ma la voglia del suo brodo non mi è passata e così lei me lo ha preparato e io ci ho fatto questo risottino semplice semplice, facendo ammorbidire in un pò d'olio evo mezza cipolla, aggiungendo poi le zucchine e il petto di pollo a pezzettini, non vi do dosi precise perchè io ho preso quello che in frigo doveva essere per forza consumato. Ho lasciato dorare un pò poi ho aggiunto 2 bicchieri di carta di riso, 1\2 bicchiere di vino bianco, ho fatto tostare un pò il riso e ho proceduto alla cottura aggiungendo man mano il brodo vegetale di mamma e a fine cottura ho mantecato con una spolverata di parmigiano grattugiato.
E' venuto fuori un bel piatto saporito, morbido, compatto, insomma, un risottino come piace a noi.
Con questa ricetta ci tengo a partecipare alla raccolta di Laura de Le Ricette del Cuore.



9 commenti:

stellafede ha detto...

ciao dida ti ho aggiunta anche io:) il tuo blog è molto carino adesso me lo sbircio tutto con calma e tornerò anche io presto a fareti visita:) ciaooo ciaoo

unika ha detto...

invece io gli acini di pepe li adoro...le sere d'inverno la pastina è spesso d'obbligo:-) un bacio
Annamaria

unika ha detto...

ho letto che ancora oggi stai chiedendo come si mette la foto lateralmente...quindi le spiegazioni che ti avevo dato non sono state chiare?
Annamaria

ღ Sara ღ ha detto...

delizioso!!! anche io adoro il risotto!! un bacione e buon fine settimana!!

Lo ha detto...

Dida sei bellissima..ora aspetto mi passi l'emozione ma non c'è d ad ire altro un bacione

Dida70 ha detto...

@ stellafede
grazie della visita cara!
@ unika
cara, ti ho inviato una mail!
@ sara
un abbracio e buon we anche a te!
@ lo
che dirti Lo? ti abbraccio

princicci ha detto...

ciao dida....la tua ricetta è deliziosa!!!!!complimenti......claudia

Simo ha detto...

Bella questa ricetta...come te.... ...una bellissima persona......!!
Buon sabato cara!

Dida70 ha detto...

@ princicci
grazie cara!!!
@ simo
sempre gentilissima, tesoro!