mercoledì 13 gennaio 2010

QUANDO LA SOLITA MINESTRA CAMBIA SAPORE...PASTA E CECI IN VERDE PER IL CONTEST DELLA PASTA!

E meno male che hanno prorogato fiuuuu...
Ci tenevo troppo a partecipare a questo contest, espressione perfetta della nostra passione per la cucina, secondo me chi ama cucinare non può non amare la pasta e chi ama la pasta non può non preferire la Garofalo, non è pubblicità gratuita per ingraziarsi i giudici del contest, la mia passione per questa pasta l'ho già dimostrata qui e a questo seguirà anche un altro post con protagonista un primo a base di 'Garofalo'.
Per il contest di .tzatzikiacolazione., però ci voleva qualcosa di speciale e allora pensa pensa pensa ...

... complice un vecchio numero del 2005 di inTavola, ne è uscito questo piatto...


PASTA E CECI IN VERDE

Ovviamente la ricetta rivisitata è la pasta e ceci tradizionale.
Come sempre dico, quando si hanno degli ingredienti di qualità a disposizione, il risultato del piatto è garantito, per realizzare questo primo ho scelto dalla grande 'famiglia' Garofalo, le mezze maniche rigate integrali perchè mi interessava l'abbinamento del sapore un pò più rustico ai legumi e alle verdure della ricetta e non mi sono pentita di questa scelta...
... la ricetta originale prevedeva l'aggiunta del pesto tradizionale di basilico che io ho sostituito con un pesto fresco di zucchine...
... i ceci provengono dall'Agricoltura biologica Alce Nero, trovati qui, ma ecco la ricetta:

Ingredienti per 4

200 gr di ceci secchi da agricoltura biologica Alce Nero
300 gr di mezze maniche rigate integrali Garofalo
30 gr di pancetta tesa
1\2 cipolla
50 gr di pesto di zucchine
2 cucchiaio di olio evo
1\2 rametto di salvia
1\2 rametto di rosmarino
2 foglie di alloro
sale
pepe
Per prima cosa preaparare il pesto di zucchine: lavate e asciugate 2 zucchine piccole, poi grattugiatele con la grattugia a fori larghi, ripassatele in padella con un filo di olio evo giusto il tempo di far perdere un pò di liquidi e insaporirle con l'olio, poi trasferitele nel mixer e aggiungete parmigiano reggiano, pinoli, aglio, sale e olio evo in quantità a voi gradite e frullate il tutto fino ad ottenere una cremina omogenea.
Lasciate in ammollo i ceci per una notte in acqua tiepida, scolateli e lessateli per due ore circa con 2 lt di acqua aromatizzata con l'alloro.
Tritate la cipolla, la pancetta, il rosmarino e la salvia e fate rosolare per 5 minuti con l'olio in una grossa pentola a fiamma media. Scolate i ceci, uniteli al soffritto, mescolate con un cucchiaio di legno e lasciate insaporire per 5 minuti.
Filtrare il brodo di cottura dei legumi, versatene 1 lt nella pentola con i ceci e portate a bollore, quindi passate al mixer metà dei ceci e rimettetelli nella pentola.
Salate e pepate, aggiungete la pasta e lessatela al dente.
Unite il pesto a fuoco spento, mescolate delicatamente per qualche istante e ... servite!
Come si vede dalle prime foto abbiamo abbinato a questo piatto un Lambrusco Arte & Concerto della tenuta Medici Ermete, il Lambrusco, si sa, è un vino che è stato a lungo bistrattato e poco considerato ma questa famiglia ne ha permesso, per la prima volta, l'ingresso nell'eccellenza italiana.
Devo dire che qui è piaciuto veramente a tutti, speriamo sia gradito anche a voi!

25 commenti:

Lo ha detto...

è troppo buona...ma tu sai quanto mi piace la rustica con un sugo ruvido come questo...mi sa tanto di caldo e di accogliente un bacione

Lauradv ha detto...

Dida la ricetta è molto intrigante! E tanto di cappello a quello che dici sul Lambrusco (vino che io amo proprio tanto!) Un abbraccio! Laura

Mirtilla ha detto...

questa e'una rivelazione!!!
deliziosa davvero ;)

fantasie ha detto...

Sono contenta che hai deciso di partecipare! E penso che con questa ricetta meriti proprio di vincere!
Baci e in bocca al lupo!
Stefania

Luca and Sabrina ha detto...

Dida, siamo passati per vedere la tua ricetta, splendida e ci viene da dire che siamo stati quasi telepatici oggi! Noi abbiamo cenato con mezze maniche ed abbiamo realizzato un condimento con pesto di zucchine e...il resto lo posteremo presto.
Gran bella ricetta, in tutto e per tutto, dalla scelta della pasta, agli ingredienti per il sughetto. I ceci sono l'ideale e Luca mi grida di aggiungere che la scelta del vino lo trova molto d'accordo.
Un abbraccio da Sabrina&Luca

Agave ha detto...

Che bella ricetta Dida, fa pensare a sapori familiari,al tepore. Adatta in questo periodo così freddo e mi piace molto l'idea del pesto di zucchine con i ceci.
Insomma sono proprio contenta che tu l'abbia postata, se ci riesco la copio!
Evelin

Luisa ha detto...

è una bellissima ricetta, Dida! :)
e poi.. wow, anche l'abbinamento col vino!
Brava!
Baci
Lu

Dida70 ha detto...

ehi...siete tutti troppo gentili con me non vi pare? .... però ...:))))))
sono arcicontenta che vi piaccia!!!
si ho dciso di partecipare perchè ci avevo messo davvero tanto amore nelle preparazione di questa ricetta, cercando di curare tutto, dalla scelta degli ingredienti all'accostamento con il vino, visto? però, a onor del vero, sono stata aiutata in questo dai miei amici Raffa e Gianni, la bottiglia di Lambrusco, infatti, è un loro dono in occasione di una cenetta insieme a casa mia e non è il primo nè l'ultimo, ci regalano spesso delle buone bottiglie perchè sanno che ci piace bere poco ma buono!
grazie ancora a tutti voi!

Simo ha detto...

Mamma mia Dida, che bontà...son qua che mi lecco i baffetti, eheheheheh...
Poi secondo me hai fatto benissimo ad usare la pasta integrale, la sua rusticità esalta proprio il condimento...
Grandiosa!
Bacioni

unika ha detto...

sei eccezionale...complimenti :-) un bacione
Annamaria

soleluna ha detto...

Complimenti un paitto davvero eccezionale ricco di sapori rustici ma indimeticabili...ciao Luisa

manuela e silvia ha detto...

Strepitosa la tua idea! l'aggiunta del pesto di zucchine ci piace motlissimo: sono un ingrediente dolce e delicato che ben si accompagna cn questi legumi!
un bacione

Claudia ha detto...

Ossignur sto sbavando.. pesto di zucchine (che è ottimo) e ceci??? mamma mia che accoppiata!!! mi viene l'acquolina.. .-))) bacioni

Romy ha detto...

Altrochè se gradiamo! E poi la pasta Garofalo è buonissima, anche io ne faccio uso quasi sempre! Il tuo piatto sa, come dire...di famiglia, di casa! E' una vera coccola, appagante e sostanziosa...Brava, Giusy, come sempre! :-)

nicole c ha detto...

che buona def'èssere questa pasta,sicuramente da provare,ciaoo!!

Vita di mamma ha detto...

Dida fortunatamente qui la pasta Garofalo si trova ed é la mia scelta ogni volta che vado al supermercato. Purtroppo i formati che trovo sono pochi, ma non fa niente!
Questa pasta e ceci é stupenda!!!

Luca and Sabrina ha detto...

Eh sì Giusy, ricordi bene, il Lambrusco è uno dei vini che mi piace meno, a differenza di Luca a cui invece piace molto. Quindi puoi immaginare, quando Luca ha visto che avevate scelto il Lambrusco da accompagnare alla pasta, ha preteso che scrivessi che la scelta era azzeccatissima. In effetti non ha torto. Il Lambrusco non lo amo tanto perchè è troppo leggerino, quello amabile poi non riesco proprio a berlo. Ti confesso però (e Luca me lo ricorda sempre) che una sera cenammo in un ristorantino di Vignola, vicino a Modena, e ordinammo una bottiglia di Lambrusco (secco) che era qualcosa di fantastico. Mi piacque moltissimo, non ricordo la cantina, so solo che in seguito non ho mai avuto più occasione di trovare un Lambrusco che anche solo gli ci si avvicinasse. Adesso mi hai talmente incuriosita che mi vado a segnare la cantina del tuo Lambrusco e poi lo vado a cercare. Ti saprò dire, sono troppo curiosa! L'altro vino che non amo è il Sangiovese, poi ne potrei aggiungere altri, vedi il Brunello di Montalcino (sempre Sangiovese è alla fine), il Morellino di Scansano e il Rosso Piceno. Tra i bianchi non amo il Fiano di Avellino, nè il Trebbiano.
Un abbraccio
Sabrina
e un saluto da Luca impegnato ad emettere fatture di lavoro.

blunotte ha detto...

ma questa pasta è assolutamente da provare al più presto, solo pensarla mi scalda il cuore.

Caty ha detto...

piatto meraviglioso , tra i miei preferiti pasta e ceci , e infatti ora vado a metterli in ammollo che ho pure le zucchine in frigo per la tua ricetta.complimenti!

Vale ha detto...

originalissima, assolutamente da provare!!!

CucinaItaliana ha detto...

Partecipa anche tu al concorso de La Cucina Italiana:
LA TAGLIATELLA NAZIONALE

Per info:
http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

Scade il 10 Febbraio 2010.
Buon lavoro!

http://max-blogdimax.blogspot.com/ ha detto...

La migliore pasta in assoluto, la garofalo non riesco ad usarne altre, buona la tua ricetta io nei ceci ho sempre messo i ditali. Complimenti per il blog.

Erika ha detto...

Ciao Passonaria!
Ogni giorno diventi più brava!
Domani parto e ti volevo fare un salutino veloce. Ci sentiamo quando ritorno, un abbraccio grande,
Erika.

Erika ha detto...

Volevo dire "Passionaria"!

Lady Boheme ha detto...

Ottimo e saporito piatto! Complimenti