martedì 30 giugno 2009

ERAVAMO RIMASTI AL 1° MAGGIO...

... quando il pc mi ha abbandonato, rientravamo da una splendida giornata trascorsa alle pendici del Vesuvio, nell'orticello di cui mio suocero si occupa, questo pezzo di terra era di proprietà del compianto zio Umberto, fratello di mio suocero il quale se ne occupa per conto delle nipoti e di solito per il 25 aprile o per il 1° maggio organizziamo una bella tavolata.
Anche quest'anno, infatti, non ce la siamo fatta mancare, il tempo era clemente e ci siamo goduti l'aria di montagna appieno...

...una rosa ci accoglie al nostro arrivo...
...i vitigni che producono il famoso Lachrima Christi...
...eccola 'la montagna', come la chiamano i napoletani, quanto è bella!!!
Ancora il Vesuvio ...
...la piccola vigna curata da nonno Vittorio...

... e l'orticello...
... piccole piantine crescono...
... con tanta cura e dedizione però...
... io e il mio amore...
... bambini in libertà...

... raccolgono fiorellini per le mamme...... i miei uomini che fanno a gara sotto la vigna...

... "uhm...qua la tavola è pronta ma...quando se magnaaaaaa?????????"

...un attimo...aspettiamo nonno Vittorio che sta raccogliendo...
... un pò di fave per antipasto...... intanto si comincia a mettere mano alle braci...

... ecco bravi ... posate le salsiccie che ci vuole tempo per cuocerle...

... mmm...però anche le bistecche!!!


Il mio personale contributo alla tavolata sono state due torte di rose salate come questa qui sotto, che faccio spesso seguendo una ricetta trovata qui, che io ho un pò modificato, eccola...

50 gr. di farina di grano saraceno
450 gr farina 0
175 gr. di pasta madre
10/15 gr. di sale
330/350 gr. di acqua


Lavorate a mano tutti gli ingredienti, tranne il sale,in una grossa scodella per cinque minuti.
Lasciate riposare per cinque minuti, quindi aggiungete il sale. Lavorate per altri 5/10 minuti su una superficie piana, senza aggiungere altra farina, finchè l'impasto non risulta liscio ed elastico ,quindi mettetelo in una scodella appena unta e lasciatelo riposare per una notte intera. Ricordate di lasciare uno spiraglio, in modo che l'aria possa circolare.
A questo punto io prendo l'impasto, lo stendo con il matterello e lo farcisco a piacere, in questo caso ho usato
friarelli
salsiccia piccante
formaggio asiago
arrotolo il tutto e taglio a pezzi che sistemo nella teglia rivestita di carta forno dove poi cuoceranno a mò della classica torta di rose, faccio lievitare ancora per un'oretta e poi cuocio a forno statico al massimo della temperatura per venti minuti,e poi a 200° per dieci minuti.

Poi ho fatto 2 frittate di pasta un pò diverse dal solito perchè ho usato:

tagliatelle all'uovo che ho fatto cuocere per pochissimi minuti, scolate quindi al dente e amalgamate alle uova sbattute alle quali aggiungerete ricotta, salsiccia e peperoni fritti precedentemente, sale, pepe, parmigiano grattugiato...vi assicuro una verà bontà da leccarsi i baffi, non proprio leggerissima (ricetta della mia amica Raffa!).

E per finire un dolcino, classica 7 vasetti con glassa di zucchero colorata e granella, subito ribattezzata da mio suocero 'casatiello verde', che però si son divorati in pochissimi minuti, contendendosi le briciole zuccherine e glassate rimaste nel piatto!!!

Una bellissima giornata che ci tenevo a condividere con voi e che spero si ripeta presto!

10 commenti:

Anicestellato ha detto...

Bellissime immagini di un incontro di famiglia...gli incontri più belli, un abbraccio

Lady Cocca ha detto...

Giusyyyyy....che foto stupende..e quante cose buooooneeeeeeee!!!!!
Sei stata superlativa e complimenti al nonno...che orticello!!!!
baciiiiiii

NIGHTFAIRY ha detto...

Che belle queste foto..e quante delizie!gnamgnam..Buona giornata!

marsettina ha detto...

che bel posto e quante cose buone,giusy!

Simo ha detto...

Mannaggia, ma sei incredibile, hai preparato una marea di cose, una più sfiziosa dell'altra...slurp...e poi che bel posto!
Complimentissimi!!!!!!!

Giovanna ha detto...

Che bello! Mi hai fatto tornare a Napoli, e poi il Vesuvio, il lacrima Christi, gli orti....
E poi mi hai fatto venire una gran fame con le tue belle ricette! Baci Giovanna

Romy ha detto...

Che bellezza..il Vesuvio...le vigne di quel vino senza pari, che è il Lacryma Christi ...e quella bella torta, così spettacolare! Un post che dà allegria...sembra di respirare l'aria di quella bella giornata all'aria aperta! Un abbraccio :-D

Geillis ha detto...

Adoro quei posti, e mi immagino anche che bel 1 maggio avete passato...

Ho assaggiato la frittata di pasta un paio di volte, mi piace da morire ma non ho mai avuto il coraggio di farla...

P.s. complimenti per l'orto e le vigne, come vi invidio!

Caty ha detto...

un contributo non indifferente il tuo alla tavolata , tutte cose super buone ( e da copiare )!!!un abbraccio e siete bellissimi!!

Lory ha detto...

Posto meraviglioso, bellissime foto e buonissimi piatti. E poi le scampagnate in compagnia delle persone care sono i piaceri della vita che appagano di più.
Bacioni.