giovedì 17 marzo 2011

IL MIO DANUBIO 'DOLCE ITALIA' PER LA GIORNATA DELL'UNITA' NAZIONALE, PER L'MTC DI MARZO E PER L'ABBECEDARIO DELLA TRATTORIA MUVARA...

All'inizio credevo fosse un gruppo chiuso, una specia di setta dove puoi entrare solo se iniziato a particolari riti o, nel caso particolare, in possesso di ricette segrete, poi ho iniziato a leggere, mi sono divertita però...continuavo a pensare di non essere all'altezza ma, quando ho letto della sfida di Marzo, piano piano, zitta zitta, mi sono buttata!
Eh si, da buona napoletana, il Danubio mi sta nel cuore, è uno dei lievitati che più adoro, ho una mia ricetta infallibile ma mi sono letta e riletta la ricetta di Tery in questi giorni e oggi pomeriggio...ci ho provato...
...non è proprio il massimo lo so ma per me è già un enorme risultato essere riuscita a terminare il procedimento così come postato, prova del velo compresa, senza intoppi particolari, certo oggi l'allagamento dell'appartamento al piano di sopra, con conseguente sgocciolio nel mio bagnetto e nella camera da letto (proprio sopra il pc:(...) e la rottura del balcone della cucina per il vento pazzesco che si è avventato sulla mia regione, non mi hanno aiutata con il lievitato in questione ma io sono stata più tosta ed allora eccolo qui...
... carissime MTCHALLENGINE accettate, se lo ritenete adeguato, il mio umile contributo alla sfida di marzo.
La mia è una versione dolce, ripieno di crema pasticcera e di crema alla nocciola...si quella lì esattamente, per accontentare i gusti di tutti...
... vi riporto la ricetta di Tery che ringrazio di cuore
Ingredienti:

500gr di farina (300gr manitoba, 200gr farina 00)

150gr di latte (anche 160, 170, regolatevi in base all'assorbimento della farina)
3 tuorli ed 1 uovo intero
1 cucchiaino di sale (circa 8-10 gr)
10gr di lievito di birra
40gr di zucchero
1 cucchiaino di miele
80gr di strutto
20gr di burro

Procedimento:
Sciogliete il lievito nel latte tiepido insieme al cucchiaino di miele. Una volta sciolto aggiungere la farina e iniziare ad impastare.
Unite l'uovo interno e 2 tuorli (uno tenetelo da parte), lo zucchero ed impastate fino ad assorbimento.
A questo punto aggiungere l'ultimo tuorlo rimasto con il sale e fate assimilare completamente all'impasto.
Quando le uova saranno completamente amalgamate unite lo strutto e il burro e impastate fino a che non siano completamente assorbite.
A questo punto continuate ad impastare fino a che l'impasto non sia incordato.
Per rendervi conto vedrete che man mano l'impasto diventerà liscio, lucido e pulirà la ciotola.
Quando arriverete a questo punto fate la prova del velo, cioè staccate un pezzetto e stendetelo finchè non riuscirete a vederne la trasparenza. Se si rompe prima di arrivare a questo punto dovrete continuare ad impastare.
Quando l'impasto sarà incordato mettere a lievitare in luogo tiepido fino al raddoppio. Trascorso il tempo necessario (circa 2 ore), sgonfiate l'impasto (che era morbidissimo!!!) e formate un salsicciotto. Da questo ricavatene tanti pezzetti da circa 30 grammi l'uno, schiacciateli con le mani per formare dei dischi e porvi al centro il ripieno (in questo caso crema pasticcera e nutella).
Chiudete i dischi sigillandoli sul fondo in modo da formare un paninetto. Nel sigillare, cercate di stendere la superficie della pasta in modo da non formare grinze e avere un effetto liscio.
Formate tutte le palline, imburrate una teglia da 28 cm e disponete i paninetti vicini, ma non attaccati. Far lievitare fino al raddoppio in forno tiepido. Spennellate con del latte o con del tuorlo sbattuto per un effetto più colorito e infine procedere alla cottura in forno caldo a 220° per 10-15 minuti (io però, per non farli bruciare, ho dovuto adeguare la temperatura al mi forno, 180° per circa 15 minuti).
E mentre mio figlio giocava con le bandierine, mi è venuto in mente di fare un omaggio a questa nostra amata ed odiata Italia che oggi compie gli anni, non la sento tanto una festa, quanto una celebrazione (ho le mie perplessità sull'Unità d'Italia, sui modi in cui è avvenuta, non scordate che sono campana, sull'attualità di questa Unità, sul senso che ha quando una delle principali forze che governano il nostro paese avrebbe voluto annullare questi festeggiamenti o organizzare dei contro-festeggiamenti) e quindi celebro tutti quelli che allora ci hanno creduto veramente...che ci sono morti...in loro memoria oggi celebro l'Unità d'Italia con il mio...
"DANUBIO DOLCE ITALIA"

19 commenti:

Max ha detto...

Io ancora mi sto sbattendo a capa per il danubio...molto difficile starvi dietro siete bravissimi... bello il tuo "Dolce danubio" e anche gustoso...ciao.

fantasie ha detto...

Meraviglioso questo danubio così nazionalistico!!! Io non ci provo nemmeno a farlo, è troppo oltre per me!!! Bravissima come sempre!

Micaela ha detto...

Bellissima idea, mi piace!!! un bacione.

alessandra (raravis) ha detto...

Siamo un gruppo aperto, Dida, apertissimo, specie ai nuovi blog che possono trovare nell'MTC un modo per farsi conoscere. Quindi, benvenuta a te e a questa tua creazione patriottica.
Stavo per scrivere che io "da nordica" amo la nostra Patria, ma mi sa che, di questi tempi, non sia questo l'aggettivo più adatto :-)
Scherzo, ovviamente e in molte cose la penso proprio come te. Nello stesso tempo, abbiamo tenuto duro per 150 anni, oltretutto passandone di tutti i colori: se la celebrazione di questa festa può servire a farci sentire più consapevoli della nostra appartenenza e da lì a trovare un punto di ripartenza, allora ben venga, per davvero.
così come ben venga il tuo danubio tricolore: questo sarebbe il mix "ruffiano" per cui mia figlia e i suoi amici si trasformerebbero in pozzi senza fondo...:-)
grazie e buona giornata
Ale

dorotea ha detto...

Ciao DIDA anche io ho da poco un blog di cucina e come te mi sto appassionando e non riesco più ad uscirne ,l'unico problema è che non sono molto brava con il pc quindi devo aspettare mia figlia che mi fà da guida ,comunque complimenti per le tue ricettine.Da oggi sarò una tua sostenitrice e se ti và passa a trovarmi mi farebbe piacere . A PRESTO

Simo ha detto...

Mi piace tanto quella bella versione tricolore!!!
Un abbraccio tesoro
P.s: Manu? Tutto ok?

Graal77 ha detto...

AMICHETTA CIAO!!!!
CHE DANUBIO!!!!POI CON IL TRICOLORE,FA UN FIGURONE!!!!
DA POCO SONO RIENTRATA,SIAMO STATI ALLA REGGIA DI CASERTA....CHE SPETTACOLO....LE BAMBINE SONO RIMASTE SENZA PAROLE!!!!!
UN BACIO!!!!E BUONA SERATA!!!

17 modi di mangiare il mango ha detto...

che bella idea questo danubio,grazie per aver visitato il mio blog!Vieni a trovarmi ancora

unika ha detto...

dida...sarò scema......ma non ho capito nulla...di cosa avevi paura....non ce l'avresti fatta a fare cosa? vabbè non ho capito e non fa nulla....il danubio dolce lo preferisco al salato....perlomeno lo preferisco ai vari danubi salati fatti da altre persone.....come danubio mi piace solo il mio....danubio salato intendo.....mi piace solo il mio perchè lo faccio strapieno....si ogni pallina mi piace strapiena e non una brioche con tre dadini di prosciutto ahahahahahahahah il tuo versione dolce invece è perfetto:-) un bacione
Annamaria

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Dida! insomma chi meglio di te poteva proprosrci la ricetta originale del danubio? sofficissimi e gustoso! e complimenti anch eper la presentazione in stile tricolore!
Insommma, al'MTCHALLENGE sei ammessa di diritto!!!
un bacione

stella ha detto...

Ciao bello il tuo danubio con la crema non l'ho mai provato, fino ad ora solo con nutella o marmellata, lo faro' presto anche io! Ciao

Lory ha detto...

Sono veneziana, ma ogni tanto lo preparo anch'io sia dolce che salato ed è una goduria per il palato (...un po' meno per il lato..B.. :DDDD).
Adoro le ricette campane e il tuo danubio mi fa una goooolaaaaaa......
Bacioni dida, sono tornata, finalmente!

Dida70 ha detto...

grazie a tutti delle vostre parole!
@MAx-Stefania
ma insomma voi create dei piatti meravigliosi e mi volete far credere che avete paura a cimentarvi nel Danubio...ma va là va là...
@Micaela
:) grazie
@Alessandra
cara, grazie dell'accoglienza e ...volevo dirti, perchè non dovresti dire che da nordica ami il tuo paese? credo che però tu, anche da nordica, lo ami tutto intero è vero? e allora è questo che forse gli altri non capiscono? non so? è tanto difficile non perdere l'attaccamento alla nostra regione natìa e amare contemporaneamente le altre regioni? io provo una curiosità pazzesca per tutta la nostra bellissima penisola, vorrei avere la possibilità economica per girarla in largo e in lungo perchè sono sicura che in ogni regione troverei delle persone meravigliose, come te ...grazie al blog ho potutto appunto scoprire che non tutti i 'nordici' per fortuna, sono razzisti, come voi avete potuto capire che non tutti i meridionali sono scansafatiche, imbroglioni e incivili...forse ci vorrebbero più occasioni nelle queli interagire per conoscerci meglio tutti...intanto ti abbraccio:)
@Dorotea
;)
@Simo
:)
@Graal;17 modi di...
grazie!
@unika
eh eh eh cara ti ho lasciato un commento dove spero di essermi espressa meglio;)
@Manu&Silvia; Stella; Lory
grazie di cuore della vostra visita!

zagara ha detto...

Bravissima davvero molto bello il Danubio è impegnativo e non sempre si ha tempo a disposizione per poterlo fare quindi è una vera sfida.
Un abbracio

Claudia ha detto...

con questa ricetta puoi partecipare alla D di danubio :) della trattoria Muvara eddai è troppo bello
***
ciao dolcezza mia
cla

Claudia ha detto...

ancora non l'hai postato da aiuolik
a cu c'aspetti? amuni!
cla

La Gaia Celiaca ha detto...

meraviglia delle meraviglie!
crema pasticcera e innominabile!
lo devo rifare così per i pargoli!

e poi mi piace quello patriottico, e concordo su tutto quel che dici

piacere di conoscerti!

Aiuolik ha detto...

Certo che puoi partecipare!!! Grazie!!!

Ora che sei nel giro però sappi che abbiamo ancora tante lettere davanti a noi :-)

Aiuolik ha detto...

La pagina della D è stata aggiornata: http://abcincucina.blogspot.com/2011/03/d-come-danubio.html.

Grazie ancora per aver partecipato!