mercoledì 2 febbraio 2011

UNA DOLCEZZA INFINITA PER I MIEI AMICI CHE MI DONANO PREMI...

Eh si...ho aspettato a postare il premio che mi hanno donato i miei amici bloggers Luca&Sabri e Annamaria perchè volevo dedicare loro un post dolce per esprimergli tutto il mio affetto e cosa c'è di più dolce della cassata? e poteva mancare a Capodanno una cassata sulla tavola di Dida??? Non sia mai...anche perchè i miei cognati neanche mi avrebbero fatto entrare a casa di mia suocera il 1° genaio, infatti appena usciti dalla macchina hanno voluto vedere prima cosa c'era dentro il portadolci e poi ci hanno lasciato passare, perchè il mio maritino aveva precedentemente fatto uno scherzo telefonico al fratellone dicendogli che la cassata aveva avuto un 'incidente' e che avevamo dovuto ripiegare su un altro semplice dolce eh eh eh!!! Ma nessuno ci ha creduto:((!
Bene ora passiamo alla
CASSATA DI DIDA

Si, meglio personalizzare perchè di sicuro non ho seguito le ferree regole siciliane o partenopee che dir si voglia, perchè devo dire che questo dolce si è insidiato nella tradizione napoletana conquistando un posto tutto suo, soprattutto sulle tavole natalizie ma, di norma, lo si può ammirare nelle vetrine dei pasticcieri per tutto l'anno, lo so che è un dolce di fama nazionale ma credo che qui a Napoli vi siamo particolarmente legati...e lo dico io che la Sicilia ce l'ho nel cuore!!! Altro appunto da fare è che la cassata, sempre secondo me, non è un dolce difficile se si hanno degli ottimi ingredienti a disposizione, la parte più complicata sta per me nel montaggio e nella decorazione della torta.
Allora innanzitutto ho preparato un bel pan di spagna con la mia collaudatissima ricetta, che è per le delizie al limone ma va benissimo per la cassata proprio perchè viene morbidissimo e non c'è nemmeno bisogno di bagnarlo:
5 uova
130 gr di zucchero
125 gr di farina
poi si passa a lavorare il ripieno, non vi metto le dosi perchè io avevo a disposizione circa due chili di ricotta di pecora che ho lavorato con tanto zucchero a velo fino a raggiungere il grado di dolcezza che più mi aggradava, però con queste dosi di ricotta ho fatto anche altre due cassate, più piccole di questa, che ho regalato ed anche per quanto riguarda quella della foto che vedete, forse qualcuno di voi noterà che effettivamente forse ho un pò esagerato nel ripieno, il dolce infatti è venuto altissimo ma, col senno di poi, direi che la farcitura si poteva quasi dimezzare! Dunque dicevamo
ricotta di pecora
zucchero a velo
canditi misti a pezzettini
goccine di cioccolato o una bella tavoletta di ottimo cioccolato fondente ridotta a pezzetti
1\2 bicchierino di liquore Strega (io lo metto nella farcitura perchè, come ho detto prima, non bagno il pan di spagna, in quanto l'anno scorso l'ho fatto e il giorno dopo mi ha sciolto parte della copertura di pasta di zucchero, poi va ribadito che la cassata va preparata rigorosamente il giorno prima, quindi il pan di spagna ha tutto il tempo di incorporare l'umidità del ripieno rendendolo morbido e profumato al punto giusto).
Adesso passiamo al montaggio del dolce, io ho utilizzato lo stesso stampo nel quale ho cotto il pan dispagna, l'ho rivestito di pellicola, poi sono passata a lavorare la pasta di mandorle verde che avevo comprato per il bordo, ne ho ricavato una striscia bella doppia e alta più o meno quanto lo stampo e l'ho adagiata sul bordo facendola bene aderire alla pellicola, dopodichè ho diviso il pds in tre dischi, di cui uno l'ho utilizzato per un'altra cassata, ne ho messo uno sul fondo dello stampo, ho versato il ripieno di ricotta fino a quando non mi è sembrato bello pieno e ho ricoperto con un altro disco di pds, avvolte ben bene la pellicola e messo in frigo fino al giorno successivo.
La mattina ho scaravoltato il dolce sul piatto di portata e ho sciolto il naspro, che altro non è se non zucchero fondente che viene sciolto a bagnomaria e poi versato sulla superficie del pds, operazione da fare in fretta perchè subito si rapprende e il difficile per me è stato dosare la giusta quantità, infatti si vedono le aggiunte, il rivestimento della mia cassata lascia un pò a desiderare infatti, vorrei capire come mai la mia pasta di mandorle si è un pò ammorbidita come potete vedere dalla foto mentre quelle che vedo negli altri blog, rimangono belle asciutte.
Poi sono passata a decorare con frutta candita mista.


Però, devo dire che, nonostante i difetti, che tra l'altro nessuno mi ha sottolineato, la mia cassata è stata letteralmente presa d'assalto e molto molto gradita!
Ora passiamo al premio che prevede la 'confessione' di 7 cose su di sè...vediamo un pò...


1) sono permalosa...si lo devo ammettere, molto permalosa ma cerco di prenderla bene e soprattuto di non darlo a vedere, però non sempre mi riesce...
2) sono sicuramente leale...non ho mai tradito, nè in amore, nè in amicizia...non ci riesco per un rispetto verso me stessa, verso quello che potrei dopo pensare di me guardandomi allo specchio...posso sicuramente aver fatto qualche torto, per carità, ma il tradimento consapevole no!
3) sono di conseguenza molto possessiva con le persone che amo, molto gelosa ma anche qui cerco di controllarmi sempre!
4) sono eternamente combattuta fra l'allontanarmi dalla mia terra natìa per cercare una sistemazione migliore in un'altra regione e l'attaccamento agli affetti e a i luoghi che ho nel cuore...
5) sono...o meglio dovrei essere di nuovo a dieta, dal Natale ad oggi ho messo 4 chili e me ne dispiaccio perchè avevo intrapreso un buon percorso...
6) sono molto impulsiva e sanguigna, due difetti che dovrei cercare davvero di moderare, la mia lingua parte sempre prima del cervello quando credo di essere nel giusto però lo esprimo con veemenza e allora rischio di passare dal'altra parte...
7) sono, o meglio cerco di essere sempre coerente, perchè credo che proprio l'incoerenza e l'ipocrisia sia uno degi aspetti più comuni fra le persone che ci circondano, il dire una cosa e farne un'altra...non lo sopporto, io cerco di essere fedele alle cose in cui credo ...

...ecco spero di aver bene assolto il mio compito, ora dovrei passare il premio ad altri bloggers, ma come ha scritto
Annamaria, negli ultimi tempi, sembra che nessuno abbia più tempo per fermarsi a ricevere e passare i premi e così io lo passo a quanti di voi mi lasceranno un commento a questo post e ancora non l'hanno ricevuto, io mi sono divertita e mi sono fermata a riflettere un attimo su me stessa, quindi può essere utile anche per qualcun'altro...grazie a tutti voi!!!

12 commenti:

briossa ha detto...

Capperini che bella. Io adoro la cassata, complimenti!

briossa ha detto...

Ho risposto alla tua domanda riguardo alle copertine sul fondente, vai a leggere. Ti abbraccio.

Simo ha detto...

...sempre più brava cara Dida!
Un bacione

EliFla ha detto...

LA tua cassata a me pare più che perfetta e più che buona...un abbraccio e buona giornata, ciao Flavia

blunotte ha detto...

Che ne dici di fare un colcetto di carnevale tipico della tua zona solo per noi?
Per martina e per me e per giallo zafferano:
http://blunottelive.blogspot.com/2011/01/ha-fatto-luovo-la-gallina-per-la-bella.html

fantasie ha detto...

Credo che ti sia successo perché nella cassata si mette uno strato di pandispagna anche nei laterali e comunque lo strato di pasta di mandorle è più grosso. Per il resto penso che comunque sia stata ottima!

Lo ha detto...

punto 8: sei fantastica!!! Ehehe pure io sono sanguigna e la lingua me la dovrei mordere ....
e poi ti confesso la mia totale ignoranza in fatto di cassata! un bacione

Claudia ha detto...

e brava la mia Dida! allora prima o poi dovrò fare lapastiera così saremo pari :)
bedda ma che segno sei?
sembro molto simile a te *
cla

cielomiomarito ha detto...

È Splendida!! E chissà che buona... :)

merendasinoira ha detto...

ciao! grazie per la sottoscrizione! ti ricordo che è possibile partecipare esponendo il banner (trovi il codice da me), e postando una ricetta o un post con commento all'iniziativa. la data di scadenza fissata per domani 6 febbraio è stata prorogata di qualche giorno. ti aspettiamo!

Dani 70 ha detto...

sono proprio come te, napoletana amo la cassata la faccio anche io e in più abbiamo le sette cose assolutamente in comune

Dida70 ha detto...

ciao Dani 70 e grazie del tuo commento! scusa ma al momento mi sfugge ... hai anche tu un blog? perchè il tuo nome non mi è nuovo...