mercoledì 14 aprile 2010

PASQUETTA DAY!!!

Anche se è passata già più di una settimana (a proposito ma pure a voi pare che il tempo voli via sempre più rapido e insieme a lui scorre anche la nostra vita?) continuo a postarvi le nostre tavole 'pasquali', anche perchè qui la dieta continua ed il mènage culinario quotidiano non offre molti spunti ... diciamo golosi, così ne approfitto delle foto fatte nei giorni di festa, anzi ad esser precisa, solo della pasquetta, perchè la domenica di Pasqua abbiamo pranzato giù dai miei genitori e ho dimenticato la macchina fotografica e ... si lo so, c'era solo una rampa di scale di fare ma che volete...quando la prigrizia ti prende e ...a me, è cronico, nei giorni di festa prende una pigrizia di quelle 'coccolose' da star rannicchiata sul divano morbido di mamma, approfittando della presenza di papà e nonno che si occupano del pargolo di casa, io mi godo la mia mammina in santa pace... va bè e dopo questa descrizione di un delizioso quadretto familiare vado ad elencarvi la pappatoria...




... questa foto riprende solo una parte di ciò che abbiamo messo in tavola il giorno di pasquetta, pranzo a casa mia, con genitori e amicucci del cuore, sempre loro che Dio li benedica...
... dunque qui sopra vediamo il



Timballo di fettuccine di nonna Pupetta

Fettucce Garofalo
ragù alla bolognese
funghi porcini

pisellini freschi

mozzarella fresca




Frittura mista di cuor di carciofi e bastoncini di mozzarella con panatura al limone




cuori di carciofi freschi



mozzarella tagliata a bastoncini e messa a colare tempo prima



farina



uova



pangrattato mescolato alla raspatura di un limone bio

olio per friggere



sale

pepe



Sua Maestà il CASATIELLO SALE, 'NZOGNA E PEPE


RICETTA QUI (per Anna da Fano che mi ha lasciato un commento al post sul casatiello che ho visto solo oggi, c'è un invito a leggerlo il post, troverà così la risposta alla sua domanda sul 'mio casatiello'!)



Salame napoletano, provolone semi-piccante, pecorino sardo, mancano nella foto l'immancabile ricotta salata, le fave, la Torta Pasqualina che sarà oggetto di un altro post e i mitici carciofi arrostiti!




La pastiera

che ho fatto io con le mie manine, in questa versione senza crema pasticcera perchè così era stata richiesta, in questo caso quindi le dosi sono un pò diverse, per questa ho usato


circa 300 gr di grano cotto nel latte



800 gr di ricotta vaccina



3 uova

scorza d'arancia candita al naturale tagliata a piccoli tocchetti


succo di arancia e limone

circa 300 gr di zucchero semolato


insomma ne è uscita fuori una pastiera bella pesante e con la frolla avanzata ho fatto questi biscottini che ho usato per la decorazione insieme alle codette di cioccolato colorato e ad una dolce colombina.




CROSTATA RICOTTA, CREMA PASTICCERA E GOCCE DI CIOCCOLATO CON AMARETTI AROMATIZATI AL CAFFE'

Per la mia amica che non ama la pastiera ho preparato questa golosa torta che ci è piaciuta tantissimo, dosi e procedimento nel prossimo post!!!

BACIONI!!!

12 commenti:

pagnottella ha detto...

Didò...a parte che ho provato una sensazione troppo carina leggendoti e pensando che "ero li con te" ^_*
accanto a te sul divano (eri li vero?) vabè comunque ero li con te in quei frangenti ahahhhah

e poi Didò quella frittura mista di carciofi mozzarelle con panatura al limone è da svenimento senza ripjo...

mi piace tuttissimoooo!!!
organizziamoci Didò che pasqua prossima ti faccio na sorpresa...
baci

p.s ahhhhh sai che poi l'agnello non fece più parte del pranzo????! Fiuuuuuuuu e vai!!!

soleluna ha detto...

Dida una pasquetta golosa e bella la tua versione del casatiello...lo sai che ci fossero + versioni? Proverò senz'altro anche la tua versione...ciao Luisa

Simo ha detto...

tesò....la prossima volta davvero piglio il treno e vengo, neè??!
Quante bontà....
Devo provare la frittura con la raspa del limone...

Laura ha detto...

Ciao! Ma che meraviglia!!!!!
era proprio tanto che non venivo a farti visita..troppo direi!!!!ma vedo che non ti smentisci mai e prepari sempre prelibatezze come queste!

un bacione
Laura

nitte ha detto...

Un altro blog di una napoletana,bello!!Sono di procida le tue ricette sono bellissime, i sapori sono quelli della mia terra.Ti segno nei blog che seguo!ciao!!!!!

Gina ha detto...

Ciao Dida, complimenti per il blog e per la descrizione della tua pasquetta,e le ricette.
Poi colgo l'occasione per ringraziarti per essere passata da me.
Un abbraccio Gina

manuela e silvia ha detto...

Ciao Dida! ma al prossimo pranzo in compagnia devi invitare pure noi! ogni volta troviamo di quelle prelibatezze!!
sei davvero una maga ai fornelli!!
fantastica la pastiera, anche in questa versione!!
una piccina per noi la prepari??! ;)
un bacione

Luca and Sabrina ha detto...

Quante belle cose Dida! Ci hai incuriosito con la panatura al limone per la frittura di verdure, vogliamo provare questa aggiunta di scorza grattugiata. Poi aspettiamo con ansia la ricetta della crostata alla ricotta con gli amaretti perchè sappiamo già che è assolutamente perfetta per noi!
Quindi tu nella pastiera non metti essenza di fiori d'arancio, vero? La cosa che non ci piace sono quelle pastiere troppo dolci e nelle quali si sente molto (persino troppo) l'essenza di fiori d'arancio, ma nel periodo di Pasqua abbiamo avuto modo di mangiarne di ottime!
Chissà com'è che nei periodi di feste anche a noi prende una certa pigrizia, sarà perchè fino al giorno prima di solito cuciniamo tante di quelle cose e corriamo fino all'ultimo minuto che poi non vediamo l'ora di polleggiarci sul divano!
Un abbraccio da Sabrina&Luca

Lauradv ha detto...

Didissima quanta serenità che si repira quando ti si viene a trovare su questo blog che profuma di "cose buone di casa"! Un abbraccio

Agave ha detto...

Wow, quanti buoni piatti, li mangerei tutti con piacere, a partire dai carciofi, senza rinunciare a niente. Poi una buona pastiera la vorrei davvero gustare!
I tuoi post mi mettono di buon umore!
Evelin

Dida70 ha detto...

@Pagnottella
:))))) magari tesoro mio mi facessi davvero la sorpresa potrei anche svenire dalla contentezza ma perchè aspettare Pasqua prossima nè???
@soleluna
cara a casa mia il 'casatiello' è questo poi l'altra versione imbottita si fa pure ma magari in altri momenti!
provalo con formaggi stagionati e salumi e non lo lascerai più, puoi farlo anche con la pasta madre, io l'anno scorso l'ho fatto ed è venuto magnifico!
@Simo
amò la frittura con la raspa del limone è uin'idea che ho presa dal blog di Nadia-Precisina 'mammachebuono' hai presente ed è veramente un tocco in più per la frittura...senti ma a te com'è andata a casa di tua suocera a Pasqua ah ah ah!!! la prossima ti aspetto a porte aperte uè!!!
@Laura
cia carissima che piacere averti qui!
@nitte
benvenuta nitte! e grazie di tutto!
@Gina
grazie a te cara!
@manu&silvia
ehi ragazze allora cosa aspettate? al prossimo viaggio fatevi sentire che vi faccio trovare tutte le specialità della mia terra...insomma tutte...non esageriamo altrimenti perdereste la vostra piucchèperfetta e invidiabile forma fisica eh eh eh!
@Luca&Sabri
tesori miei, allora come ho già detto a Simo l'idea del limone nella panatura è di una vostra vecchia conoscenza eh eh eh, la cara Nadia e io l'ho adottata! per quanto riguarda la pastiera io no, non ci metto la fialetta di fior d'arancio perchè quel profumo mi ha sempre dato l'impressione di qualcosa di 'artificiale' in questo dolce e poi se si esagera il tutto diventa stucchevole e i sapori della ricotta, del grano non si sentono più, io preferisco il succo di limone e arancia poi ognuno ha i propri gusti per carità!
@Lauradv
:))))lo sai che la sensazione è reciproca, anche io mi trovo molto bene nel tuo ... antro!
@Evelin
è sempre un enorme piacere leggerti sul mio blog ti ringrazio infinitamente di essere passata anche perchè ho letto che in questi giorni il collegamento non è sempre possibile, un abbraccio forte!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Che competizione tra pastiera e torta alla ricotta ... si possono assaggiare entrambe :-)