mercoledì 27 marzo 2013

LA FIDEUA' CHE DAL MARE 'SBARCO' IN CAMPAGNA ...


E anche questo mese ce l'ho fatta, mi ci sono messa d'impegno perchè il piatto mi piaceva troppo...da donna di mare ho subito adorato la Fideuà, in più è da una vita che volevo fare la paella, anche mio padre me la chiede da una vita e non si è ancora ripreso dallo choc di vedermi preparare tutto l'ambaradan e poi ... 'Nuoooooo!!!! ma perchè ci dobbiamo mettere gli spaghetti spezzati????????' io voglio il riso, la paella si fa col riso!!!' 'Papà te l'ho già spiegato, questa è una paella con la pasta!' 'E io non la voglio la paella con la pasta, io voglio la paella con il riso, puoi fare il riso solo a me per piacere?' 'No, basta!' e mentre mangiava, e gradiva e faceva il bis, ancora rimuginava fra sè e sè 'manoncapiscoperchènonsipotevamettereilriso' ... ovviamente ho dovuto promettergli di rifarla (ma solo se dividiamo la spesa muahahahahah!!) con il riso e aggiungendo qualche peperone!
La Fideuà è stato il nostro pranzo della Domenica delle Palme, è stato gradito da tutti, hanno fatto tutti il bis e quello che ha gradito più di tutti è stato il mio cucciolo buongustaio ... ammore di mamma sua!!!

Ho comprato tanto pesce fresco ... forse ho anche esagerato un pò ... ma la soddisfazione che mi ha dato è stata davvero grande, fatto tutto da sola sola, grazie a Mai, al suo video, ai consigli sempre preziosi, non mi stancherò mai di dirlo, delle MTCHALLENGINE, mi sono sentita davvero trasportata su quel peschereccio ... cullata dalle onde ... godendomi il sole sdraiata mentre dalla cucina arriva un odorino niente male ... ah no scusate ... il cuoco sono io, ok ... cambia la scena ... sono in cucina a pulire il pesce e per prima cosa metto a fare un bel brodo ...dunque abbiamo ...

1 scorfano ("mammaaaaaaaa???? ma quanto è brutto e quanto punge!!!" ... "Emanuele te l'avevo detto di non mettere le mani nella borsa della spesa???") 
2 gallinelle 
1 tordo di mare
... ah prima di aggiungere l'acqua per il brodo, seguo il consiglio della mamma di quel pescatore italiano, faccio insaporire un pò i pesci con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio, peperoncino e una foglia di alloro, li giro e li rigiro e poi elimino l'aglio, l'alloro e aggiungo acqua, una cipolla e una carota a pezzi.



Inizio a preparare il resto degli ingredienti che mi servirà per il sugo, nella rete ho trovato 
cozze, 
vongole veraci, 
2 merluzzetti, 
mazzancolle 
calamari 
... e non dimentichiamo che il capitano gradisce sempre una salsina di accompagnamento ma questo capitano qui non tollera tanto l'aglio e quindi non posso preparare quel tipico aioli ma devo trovare un'alternativa ...



... e dopo una ricognizione nella dispensa della cambusa ne ho ricavato un piccolo bottino che dovrebbe dare un buon sapore:
pomodori secchi
olive
1 spicchio d'aglio
acciughe salate
capperi
unirò un bel pò di buon olio extra vergine di oliva, quello che il capitano tiene da parte per le grandi occasioni e vedremo se gradirà ...

... il brodo è pronto e procedo a spinare i pesci e tenere da parte tutta la polpa, poi cerco di 'suonare' le vongole per capire se c'è qualcuna con la sabbia e in una padella apro i frutti di mare e metto da parte anch'essi.


Ma intanto preparo anche la tavola e ... e si, di riso non ce n'è più ... ho trovato un pacco di spaghetti .. ora li spezzo e li uso al posto del riso ... ho tutto pronto devo solo procedere alla cottura dei vari ingredienti ...



... un giro d'olio e una tostatura agli spaghetti, giusto il tempo di vederli imbiondire ...



... li metto da parte al caldo e vado con le mazzancolle ...



... ora è il turno dei calamari ...



... e della polpa di pesce con i frutti di mare che metto in ultimo perchè praticamente sono già cotti ...




 ... ora, e sempre nella stesa padella :D ... è la volta del soffritto per il quale utilizzo:
400 gr di pomodori pelati
1\2 spicchio d'aglio a pezzetti piccoli
altro olio evo


e in questo sughetto aggiungo
un pizzico di zafferano sciolto nel brodo 
1\2 cucchiaino di paprica dolce
quando il sughetto si è ristretto va aggiunto il brodo e portarlo a bollore per poi versarvi la pasta ...



... nel frattempo sminuzzo accuratamente tutti gli ingredienti della salsetta (e ritorno per un attimo nel 2013, ma giusto il tempo di un tocchetto al minipimer giuro!) e aggiungo olio extra vergine di oliva ... 



... intanto a metà cottura della pasta aggiungo in ordine, calamari, polpa dei pesci, frutti di mare ...



... e in ultimo le mazzancolle che poi vanno anche a decorare un pò il piatto perchè anche l'occhio del capitano vuole la sua parte ;)



... impiattata e pappata!





FIDEUA' DI MARE PER L'MTCHALLENGE DI MARZO 2013!




Ma intanto dal peschereccio siamo sbarcati ed ora il cuoco lo faccio in campagna ...

... ed il mio 'Capitano' è un vispo settenne con le idee molto molto chiare in fatto di cucina, dopo avergli fatto assaggiare la mia fideuà di mare gli chiedo cosa vorrebbe che gli preparassi per il pranzo del suo onomastico, la risposta è precisa: pollo con peperoni! E per primo?
Per primo ... dunque ... ma non si potrebbe fare come per quel pranzo di mare che mettiamo la pasta nel pollo con i peperoni????


Oh Capitano mio piccolo Capitano ti adoro!!!





FIDEUA' DI CAMPAGNA CON POLLO E PEPERONI E SALSINA DI CIPOLLE E CAROTE! (che non partecipa all'MTchallenge)



spaghetti spezzati
pollo in pezzi
peproni verdi e rossi
cipolle
carote
sedano
pomodori
spaghetti spezzati
olio evo
1\2 spicchio d'aglio
sale
parmigiano reggiano



Fate un brodo con i pezzi del pollo, una cipolla, una carota, un gambo di sedano.
Nel frattempo friggete i peperoni in olio evo con 1\2 cipolla affettata sottilmente.
Intanto, in altro piccolo pentolino mettete un giro di olio evo, un pò d'acqua e lasciate appassire lentamente un'altra cipolla affettata molto sottilmente insieme ad una piccola carota sempre a fettine, salate coprite e lasciate cuocere.
Quando il brodo è pronto, filtratelo con attenzione, prendete i pezzi di pollo, disossateli accuratamente e tenete la carne da parte.
In padella con olio fate tostare i spaghetti spezzati e metteteli da parte poi mettete prima il pollo e poi aggiungetevi i peperoni giusto per insaporire la carne di pollo, poi tenete da parte e fate il soffritto coni pomodori e mezzo spicchio d'aglio, aggiungete il brodo e versate la pasta quando bolle e verso fine cottura il pollo e i peperoni.
Intanto cipolla e carote per la salsina saranno ammorbidite a sufficienza, aiutatevi con un cucchiaio di legno a stemperarle meglio, aggiungete un cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato e servite al vostro Capitano ... il mio ha GRADITO!!!


11 commenti:

fantasie ha detto...

Anche io ho avuto un ritorno al 2013 con il minipimer... ma dopo tutta la fatica fatta per preparare tutto, ci stava anche un salto nel futuro!
P.s. Bravo anche il tuo piccolo capitano!

Lo ha detto...

Che ridere il tuo papà ribelle e volitivo....ora devi fare la paella. Bacione

Claudia ha detto...

Non ho parole.. am che piatto hai creato!!! Mi inchino.. io con il pesce son negata.. ma tu.. bravissima davvero!! Approfitto epr augurarti una serena Pasqua!!! bacioni :-)

Daniela ha detto...

perfettO Dida, due ricette interessanti ed eccellenti! Va benissimo che siano postate insieme: le divido io all'interno degli sfidanti! Buona giornata e grazie
Dani

Claudia Magistro ha detto...

mizzica questa preparazione è lunghissima, certo che questa Santa Pasqua c'è lavoro ppì tutti :D
*
auguri cuore mio
Cla

Andrea ha detto...

Ma che buona questa tua doppia versione di mare e di campagna. Vedo che hai focalizzato un aspetto molto tipico di noi tutti. Ad una certa età si è poco disposti a cambiare: la paella si fa col riso e la pasta non c'entra niente! Quando si è giovani invece piacciono i cambiamenti, e il tuo giovane capitano lo ha dimostrato. Complimenti! Oggi ho postato la mia versione. Auguri per tutto

Edith Pilaff ha detto...

Dove si fa' la fila per una porzione (o due)?..
La varieta' di pesci e' favolosa ed il papa' borbottante e' stranamente familiare!
Buona Pasqua!

Mai ha detto...

credo di non aver mai visto una fideuà più rica di questa! E chiaro che per la paella ti dovranno sovvenzionare quelli di casa! Ma hai fatto una ricetta da paura! A saperlo che per le palme ti avrei citofonato a l'ora di pranzo! Non è strano che il giovane capitano abbia le idee chiare in cucina, con un cuoco come te a bordo!

Grazie, d'avvero grazie.

Sarah ha detto...

Adoro entrambe le tue Fideuà e adoro il tuo piccolo capitano... Molto simile al mio... ;) Il mio è un pò più piccolo, ma promette bene! Brava... E se i pranzetti sono tutti così: hai un mozzo in più sulla tua nave... ;)

Luca and Sabrina ha detto...

Giusy, non avevamo mica capito che la preparazione fosse così lunga e con così tanti ingredienti!!!!!!! E capiamo bene perchè tuo padre (che nonostante volesse il riso)ha fatto il bis e tutti, compreso il tuo cucciolo stupendissimo, abbiano gradito! Ottima anche la fideuà di campagna, ma scusaci se siamo rimasti ipnotizzati da quella di mare che è veramente un incanto, dalla visione del pesce e del resto degli ingredienti, alla tostatura degli spaghetti (mai fatta, ma adesso la faremo)alla composizione del piatto (anche se viene voglia di mangiarla già dalla padella). Gran piatto! Prossima volta che andiamo al mare a comprare pesce (quello buono) acquisteremo quello che serve per preparare il tuo piatto per la gioia anche dei nostri palati.
Un bacione da Sabrina&Luca

lapiubelladitutte ha detto...

Molto interessante tutte due le ricettine!