venerdì 15 febbraio 2013

RED VELVET VALENTINE CAKE FOR ONE BILLION RISING



Avrei dovuto postare ieri, era tutto pronto: dolce, foto, evento ma ... mai fare i conti senza l'oste!
In questo caso l'oste è stata la connessione Internet che, in questi ultimi giorni a casa mia è stata molto ma molto latitante, in più metteteci che è un periodo 'stressantissimo' al lavoro per cui anche lì ho pochissimo tempo, in più metteteci che sono influenzatissima e mi sento senza forze ma ... oggi sono qui, approfittando di questo momento di grazia, per cui, cercherò di non dilungarmi troppo per non compromettere la pubblicazione di questo post.
Come già detto precedentemente, mi sto appassionando sempre di più all'MTChallenge per tanti e tutti buoni motivi e la passione diventa sempre più grande quando poi si incrociano donne speciali come lei che danno il meritato riconoscimento a donne specialissime come lei!!!
Che prima o poi dovesse vincere un'edizione dell'MTChallenge lo sapevo ed è stato giustissimo che ne abbia vinta una dedicata alla pasta, lo trovo esemplare e di questo ringrazio l'intelligenza di Patty.
Che poi io la adori anche perchè è siciliana e perchè come porta i tacchi lei.... non ce n'è per nessuna.... credo lo sappia già ... ma la adoro ancor di più adesso perchè ha permesso a me, e come ho avuto modo di constatare anche a tante altre, di cimentarci con un dolce che avevamo 'nel cassetto'.




Una Red Velvet Cake ... e per giunta 'gluten free' ... e mica 'pizza e fichi'!!!
Ancora una volta grazie sia a Stefania, sia a tutto lo staff dell'MTChallenge che con i continui post su approfondimenti e procedimenti ci permettono di migliorare le nostre prestazioni in maniera esponenziale; sono quindi riuscita anche io ad ottenere un discreto dolce ... anzi devo essere sincera e poco modesta ... era proprio eccezionale, ho fatto il bis, il primo l'ho fatto già sabato scorso, per il compleanno della mia cara amica Rox ... però le foto ... uhm...non mi piacciono granchè, quando sono in mezzo agli altri non riesco a far valere la food-blogger che è in me!
Poi ci ho rifatto subito perchè ieri era San Valentino e ... no, non pensate alla solita motivazione sdolcinata, anche se, in principio, lo ammetto, era quello l'intento, ma poi, ne ho trovato un altro, molto più importante, molto più intenso (non che ritenga l'amore per mio marito meno importante ma non ho mai fatto grandi salti di gioia per San Valentino che, ovviamente, considero soprattutto una festa commerciale).




E così ho preparato dei cuori ... tanti cuori... da dedicare a tante donne... avrete sicuramente sentito parlare ieri o nei giorni precedenti di questa iniziativa:



Anche al Festival di Sanremo ieri sera la Littizzetto ne ha parlato e c'è stato un ballo che riproponeva i movimenti del flash mob planetario che ieri in tantissime città del mondo ha coinvolto milioni di donne in un gesto per dire 'NO' alla violenza, a quella più subdola, a quella che ti colpisce dentro casa, che non hai il coraggio di affrontare, che magari non hai il coraggio di ammettere nemmeno con te stessa...  mentre sei da sola ... davanti a quello specchio ... chiusa in bagno ... a contemplare i lividi ... cercando di nasconderli ...




... i miei  cuori quindi, saranno rossoneri, i due colori scelti per questo evento, a questi colori ho 'piegato' l'impasto, seguendo pedissequamente la ricetta di Stefania, è perfetta, non cambiatela di una virgola:


Red Velvet Cake Gluten Free*:
160 gr di farina di riso sottilissima tipo amido
60 gr di fecola
30 gr di Maizena)
1/2 cucchiaino da tè di sale
8 gr cacao amaro 
110 gr burro non salato a temperatura ambiente
300 gr di zucchero
3 uova medie
1 cucchiaino da caffè di estratto vaniglia bourbon (o i semi di una bacca, ma non usate la vanillina)
240 ml di buttermilk (ma se non lo trovate, fate inacidire per 20 minuti la stessa quantità di latte con un cucchiaio di limone)
1 cucchiaio di colorante rosso (Rebecchi e Loconte)
1 cucchiaio di aceto bianco
1 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio







Pre-riscaldate il forno a 175°C.
In un recipiente mescolate le farine, il sale, il cacao. In un altro recipiente, sbattete il burro per 2-3 minuti, finché sarà soffice e poi aggiungete lo zucchero e sbattete per altri 3 minuti.
Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo 30 secondi dopo ogni aggiunta.
Mescolate il colorante al buttermilk e quindi versate poco per volta al composto di burro, alternando le polveri al buttermilk. Possibilmente iniziate e finite con la farina. Aggiungete anche la vaniglia e mescolate.
In una tazzina (capiente) mescolate il bicarbonato all’aceto bianco, facendo attenzione a versarlo subito nell'impasto (altrimenti ve lo troverete per tutta la cucina) e incorporatelo bene con una spatola.
Imburrate due teglie da 18/20 cm e spolverizzate con farina di riso. Fate cuocere per 40/45 minuti, o finché non vedete che è cotto (con il trucchetto dello stuzzicadenti!)
Lasciate raffreddare la torta dentro la teglia (potete usarne anche una in silicone, ma è meglio usare la  carta forno per evitare contaminazioni) per 10 minuti. Poi toglietela dalla teglia e lasciatela raffreddare, quindi fasciatela nella pellicola trasparente. Fatela riposare in frigo per diverse ore (io l'ho lasciata tutta la notte). In questa maniera sarà più facile da tagliare senza che si sbricioli e sarà più semplice mettere la farcitura. Non spaventatevi se vi sembra troppo dura, perché a temperatura ambiente tornerà morbidissima.
Questa è la ricetta base, a questa si possono aggiungere infiniti sapori. Si può conservare in frigo in un contenitore ermetico e riutilizzare quando se ne ha bisogno.


* Tutti gli ingredienti per la realizzazione di questi dolci sono stati acquistati presso un Celiac Store essendo stata 'pappata' e apprezzata anche da persone celiache!





Come vi dicevo la ricetta è perfetta, anche io che non mi ero mai cimentata nella realizzazione di un dolce così importante interamente 'gluten-free' non ho trovato grandi difficoltà.
Ho farcito i miei cuori con una crema che potremo chiamare Butter Chocolate Cheesecream:
250 gr di formaggio morbido tipo Philadelphia
150 di zucchero a velo
200 gr di crema pasticcera fatta con maizena
100 gr di crema al cioccolato spalmabile 





Per la glassa:
cioccolata fondente al 70%
50 gr di burro non salato
sciogliere a bagnomaria cioccolato e burro e glassare il dolce prima che si raffreddi.
Per la decorazione:
codette di cioccolato rosso
zucchero rosso



Credo che l'MTChallenge sia il posto giusto anche per parlare di questo e credo che Stefania sia la persona giusta, se la conosco un pochino in base anche a tanti post che ha scritto, sono certa che non potrà che essere felice che io abbia unito la realizzazione di questo dolce ad un evento del genere.



E sono stata anche molto orgogliosa che nella mia città, Castellammare di Stabia, ieri si sia organizzato uno dei tanti Flash mob dedicati alla Giornata contro la violenza sulle donne, io c'ero...



"Un miliardo di donne stuprate sono un'atrocità, un miliardo di donne che ballano sono una rivoluzione".















Tra le mie intenzioni, ieri, c'era quella di dedicare questi cuori a Fabienne, un'altra piccola grande giovane donna speciale che stava lottando contro un altro male ... ma mi è appena arrivata la telefonata del mio capo ... troppo tardi ... Fabienne si è stancata di lottare e di soffrire...ciao cara...



13 commenti:

Simona ha detto...

un abbraccio forte per FABIENNE innanzitutto...
la tua torta ed anche i tuoi cuoricini sono davvero speciali, come sei tu.
Non dico altro....

Emma Mon ha detto...

Ciao, una torta molto speciale e sicuramente buonissima. Complimenti.

Daniela ha detto...

post splendido che mi ha colpito per intensità di contenuto oltre che per la ricetta molto ben eseguita... L'influenza, che ci sta davvero flagellando, ha evidentemente messo a terra solo le tue forze fisiche, perchè il resto va alla grande.
Grazie Dida ed un abbraccio forte
Dani

SQUISITO ha detto...

Ciao! ti rubo solo qualche secondo per informarti del mio nuovo contest appena iniziato, ricco premio in palio, un viaggio!
Ti aspetto da me, se ti va!
http://squisitocooking.blogspot.it/
Grazie!

fantasie ha detto...

E tu lo sai quanto io adoro te?
Questo etere così grande e così infinito ci ha fatto incontrare, scegliere, unirci, lottare le une per le altre e questo post è la conferma di quanto le donne (come te) sappiano essere speciali!
Un post meraviglioso pieno di emozioni, quello di un miliardo di donne, più una anche se si è stancata di lottare...

Patty ha detto...

Cara Dida, mi rifaccio alle parole di Daniela: un post esemplare. Non potevi toccare tasto piu delicato ed affrontarlo con grande intensita' . La tua torta fa onore alla gara così com'e lo spirito con cui l'affronti ogni volta. Ti abbraccio forte,
Pat

Fabiana ha detto...

Bello tutto, il dolce, le parole, l'obiettivo e certamente il flash mob.
Io sono stata a quello di Genova, tanta gente, tanti uomini.....il che direi è fondamentale!!:))

Eleonora ha detto...

Un post carico di significato e di forza: quella che solo noi donne riusciamo a tirare fuori. La tua velvet mi piace un sacco: chocolate cheesecream, gnamm!!

Anonimo ha detto...

Bellissimo post con un finale molto triste....
ma per me c'è un motivo in più per apprezzare questo post: le foto di Castellammare!!!! Che meraviglia e che voglia di tornarci, in questa splendida cittadina ho frequentato il liceo e ho lasciato tanti amici carissimi.
Grazie Dida mi hai fatto un vero regalo!

Edith Pilaff ha detto...

La tua Red Velvet e' bellissima,il tuo messaggio importantissimo.
Un post veramente speciale,un grande abbraccio.

Geillis ha detto...

Brava Dida! sia per la torta meravigliosa e difficilissima, sia per la tua partecipazione al Flashmob...

Dida70 ha detto...

@Simona,
grazie ma ... mi piacerebbe capire chi sei? sei la Simo di pensieri e pasticci?
@Emma mon
grazie di cuore cara :)
@Daniela
e uno dei buoni motivi per cui 'affezionarsi' all'MTChallenge è quello di leggere parole come le tue <3
@fantasie
ti lovvo assaissimo!!!
@Patty
pure a te ti lovvo assaiiiiii!!!!!!!!
@Fabiana
si cara è vero,la presenza, non solo da spettatori, degli uomini è stata importantissima, sono contenta che a Genova ce ne siano stati perchè da me ... non ne ho visti...
@ Eleonora
ma grazie di cuore!!!
@Anonimo
grazie delle tue bellissime parole ma ... non puoi farmi capire chi sei?
@Edith Pilaff
mi fai commuovere..grazie di cuore!
@Geillis
grazie cara, è sempre un piacere leggere i tuoi commenti, sai che ti stimo molto!

CoCò ha detto...

bravissima bel post e ottima ricetta